martedì 29 settembre 2015

IL RITORNO DI UN' AMICA

...proprio così, come il ritorno da un lungo viaggio...perchè alle volte diviene naturale allontanarsi, perdersi, ricercare stimoli, ragioni e motivazioni per ritrovarsi...e solo quando pensi di essere arrivata, nasce il bisogno primitivo di tornare alla consuetudine, agli amici...a casa, però non dimentichi il viaggio che hai fatto, torni con nuove esperienze nuovi bagagli ed è necessaria una nuova dimora. Ed è in questa nuova dimora che  sarei felice di ricevervi nuovamente tutti quanti... vi lascio il mio nuovo indirizzo , e quando arrivate non bussate, perchè è li che io vi aspetto http://freshlybakedbyroby.blogspot.it/. A presto !!!

martedì 30 luglio 2013

E SE PENSASSIMO GIA' AL NATALE' ? Stella di Natale pungitopo e Rosa - Terrasini ( Pa)


E no che non vi ho dimenticati... diciamo che sono stata assorbita da tante buone nuove situazioni...proprio come quella che vi presento oggi!
Lo so che c'è caldo e pensare al Natale ci risulta assai difficile...ma se ci fermiamo un solo momentino a riflettere anche voi riconoscerete che non è poi così lontano come potrebbe sembrare.
E perché non decidere di riuscire a realizzare il magnifico topper che mostra la foto per andare a posizionarlo in una torta natalizia da donare o da presentare nella nostra bellissima tavola delle feste???!!!
Il topper è stato realizzato dalla bravissima Myriam Cofano...per chi non la conoscesse potrà andare a visionare la sua pagina, e sarà proprio lei ad insegnarci i segreti di questa magnifica arte.
Tutte le informazioni le troverete a questo link dove potrete lasciare i vostri commenti e comunicare la vostra decisione nel caso foste interessati al corso. 
Inoltre, per chi fosse interessato potrà anche mandarmi una mail al mio indirizzo di posta elettronica.
Allora vi aspetto!

martedì 4 giugno 2013

E PER MIO MARITO...


...un grandissimo bacio, perchè lui è troooppo buono...
 anzi  amore mio, non uno, di più...
ti darò tutti i baci che tu vorrai...
43, anche di più...
si, quanti ne vuoi...
e per te non saranno mai troppi!!!
Per realizzare questa torta occorre una teglia per zuccotto grande e una piccola.
Quindi realizzate un pan di Spagna al cioccolato come vi riesce meglio e dividendolo in sezioni foderate lo stampo tondo  grande e piccolo alternandovi all'interno strati di crema e di pan di spagna. (io in questo caso, per lo stampo piccolo ho adoperato alcuni ritagli di red velvet rimasti da un dolce precedente) Tenete in frigo per una notte, quindi sformate entrambe le torte,  posizionate la piccola sopra e al centro di quella grande ,rivestite di glassa e decorate come da foto

"TORTA BACIO  PERUG..NA"



Per la crema al Bacio:
600 g di panna ben montata;
100 g di nutella;
100 g di gocce di cioccolato;
10/20 baci p.... frullati grossolanamente;
 granella di nocciole q.b..

Per la glassa a specchio al cioccolato:
75ml di panna;
85ml di acqua;
40gr di cacao amaro;
120g di zucchero;
4g di colla di pesce.

Ammollare la gelatina in acqua fredda. Portare ad ebollizione per circa 8/10 minuti l’acqua con la panna, lo zucchero e il cacao, mescolando per non far formare grumi. Togliere dal fuoco e lasciare leggermente intiepidire, dopodichè aggiungere la colla di pesce strizzata mescolando bene per farla sciogliere. Lasciare raffreddare un po’ prima di versare la glassa sulla torta.

Inoltre occorre:
un bicchierino di liquore al cacao per inumidire il pds, 
granella di nocciola, 
cioccolatini  bacio p, 
pasta di zucchero per decorare.

martedì 30 aprile 2013

TORTA CHA CHA CHA ...per il mio grande spettacolo!!!





Il sipario su questo grande spettacolo per me si è aperto 12 anni fa, quando i miei occhi scoprirono i suoi occhi, i suoi lineamenti ...si posarono su di lui, mio figlio Gianmarco.
Da allora lo spettacolo continua, ogni giorno il sipario si apre su danze diverse, ma comunque sempre piene di musica...che cambia toni, melodie, ma comunque giunge sempre gradita all'orecchio di chi ascolta...oggi Gianmarco ha una grande passione che è il ballo latino americano, sia allena con convinzione, decisione, sacrifici e costanza e la sua richiesta, per la sua torta, è stata appunto una figura del suo ballo preferito...e quindi, eccolo accontentato!!!

"TORTA CHA CHA CHA"


La base di questa torta è composta da una Red Velvet, le decorazioni e le silhouette



sono state realizzate in pasta di zucchero e cristalli di zucchero.

Per la realizzazione di questa torta ho osato ispirarmi a 
questa stupenda opera d'arte dei grandi cake design "Red Carpet"
adattando ovviamente le figure e le scenografie al tema trattato.


domenica 28 aprile 2013

LA FAVOLA DI BIANCANEVE...


Una favola antica, che continua a  incantare e far sognare le ragazze di oggi che attendono o hanno già incontrato il loro Principe Azzurro!

"TORTA BIANCANEVE"


Ingredienti e preparazione
 Pan di Spagna che ho farcito con una crema al latte , preparata con :
150 g di farina
50 g di amido di mais
340 g di zucchero
160 ml di panna zuccherata
1 l di latte
Setacciare in un contenitore , la farina, l'amido e lo zucchero con l'aggiunta di un bicchiere di latte per incorporare bene gli ingredienti, quindi aggiungere il resto del latte e porre , in una pentola, sul fuoco basso, mescolando sempre finchè raggiunge la giusta consistenza.
Spegnere il fuoco, lasciare raffreddare, quindi aggiungere la panna montata.
Altra farcitura di questa torta è stata un gelèe di fragole preparato con:
500 g di fragole
3 fogli di colla di pesce
2 tazzine di succo d'arancia
3 cucchiai di zucchero.
Frullare meta delle fragole e tagliare a piccoli pezzi le restanti.Porre in un pentolino le fragole frullate con lo zucchero e il succo d'arancia.fare riscaldare finché lo zucchero scioglie, avendo cura di non far bollire, quindi aggiungere la colla di pesce precedentemente ammollata in acqua fredda e strizzata e le fragole a pezzetti.
Lasciare intiepidire e versare sulla base che si vuole farcire e ponendo in frigo a rapprendere.
Dopo aver farcito ed assemblato la torta ho ricoperto con pasta di zucchero e decorato con soggetti e lastre dipinte , in e su  pasta di zucchero.


giovedì 28 marzo 2013

SPECCHIO NERO CON RICOTTA E FRAGOLE



Pochissimi ingredienti, davvero pochi...una vaschetta di ricotta già iniziata lasciava intravedere l'impronta del cucchiaio che in parte l'aveva svuotata, due vaschette di fragole ancora scampate dagli assalti di mio figlio...le uova, la farina, lo zucchero, qualche pugno di cacao...figurati se a casa mia mancano...bene potevo provare a improvvisare una tortina  su cui poggiare una candelina, forse due,
 per il compleanno di Giovanna


"TORTA SPECCHIO NERO
 CON RICOTTA E FRAGOLE"

Ingredienti
3 dischi di pan di Spagna
450 g di ricotta di pecora
200 g di zucchero a velo
150 g di fragolev
1 cucchiaio di zucchero
una manciata di gocce di cioccolato
1 arancia
mezza fialetta di rum
250 ml di panna montata
Preparazione
Pulire e tagliare le fragole mettendole a macerare nel succo dell'arancia spremuta e 1 cucchiaio di zucchero;
Con il liquido di macerazione insieme alla mezza fialetta di rum, irrorare ben bene i dischi di pan di Spagna che andrete a farcire con la crema di ricotta, ottenuta dalla ricotta  mescolata con lo zucchero a velo a cui avremo unito le fragole a pezzi e le gocce di cioccolato. Sigilleremo perfettamente il dolce spatolando con panna montata ben soda e porremo in congelatore per circa 30 minuti, in attesa di essere glassata con la glassa a specchio.
Per la glassa a specchio 
(dose per una torta dal diametro di cm 24)
150 ml di acqua
170 ml di panna liquida
220 g di zucchero
75 g di cacao amaro
8 g di colla di pesce
Mettete in ammollo in acqua ben fredda  la colla di pesce. In una casseruola miscelate lo zucchero con il cacao, incorporate l'acqua e amalgamate bene. Mettete su fuoco basso e mescolando fate bene sciogliere il tutto. Aggiungete la panna e fate cuocere per 7-8 minuti cercando di non far bollire. Spostate dal fuoco e fate intiepidire. Unite la colla di pesce ben strizzata e fatela sciogliere bene mescolando il tutto. Versare sul  dolce poggiato sull'apposita gratella, oppure in mancanza sulla griglia del forno poggiata su di una teglia. La dose basta per ricoprire una torta dal diametro di cm 24. Questa glassa, conservata in frigo può essere riutilizzata riscaldandola brevemente.
Per le decorazioni
Cornflakes q.b.
fragole glassate di cioccolato
decori di cioccolato


martedì 19 marzo 2013

SFINCI DI SAN GIUSEPPE


A Palermo si usa dare il nome di sfinci a tutto ciò di commestibile e estremamente morbido...
morbido come il suono della chiave che gira nella toppa della porta 
e ti annuncia che il tuo papà è tornato,
 morbido come il suo bacio, il suo abbraccio, il suo sorriso ...morbido come il tuo essere bimbo felice 
con la mano nella mano, grande e morbida del tuo papà!!!
A tutti i papà dolcissimi auguri con le

 "SFINCI DI SAN GIUSEPPE"


Ingredienti per circa 15 pezzi
250 g di acqua
220 g di farina 00
50 g di strutto
1 cucchiaio di zucchero
5 uova

olio di semi di arachide
granella di pistacchio

arancia candita
Procedimento
Mettere l'acqua in un pentolino e non appena accenna a bollire aggiungere lo strutto, lo zucchero e in una sola volta tutta la farina.
Mescolare energicamente fino a quando l'impasto non si stacca del tutto dalle pareti della pentola e nel fondo si forma una patina biancastra.
Spostare l'impasto sopra un piano, stenderlo facendolo raffreddare, rimetterlo all'interno di un contenitore e aggiungere uno per volta, le uova. Fatto ciò, inserire la pasta all'interno di una sacca a poche e formare sopra un foglio di carta forno, tanti mucchietti. Lasciare riposare per almeno un'ora, quindi tagliare ogni quadratino di carta con su il ciuffo di impasto e immergere in olio caldo a 170° (la temperatura precisa è molto importante) per circa 6 minuti, facendo attenzione che le sfinci siano sempre sommerse dall'olio e battendole per farle aprire e svuotare dall'impasto ancora crudo.
Mettere a gocciolare all'interno di un colapasta rivestito di carta assorbente e quando saranno raffreddate inciderle e imbottirle di crema di ricotta. Spalmare anche la parte superiore di crema e guarnire con granella di pistacchi e arancia candita.