martedì 3 novembre 2009

IO E IL PAN DI SPAGNA...ne vogliamo parlare?!


Adesso che ci penso non è passato così tanto tempo da che ho sentito nascere in me
la passione della cucina e in particolare per i dolci;
forse risale proprio allo stesso periodo
in cui sentivo nascere in me la mia amata Beatrice.
E già...in ambedue i casi si trattava di qualcosa di molto dolce.
In effetti, si trattava anche di un periodo in cui avevo tanto tempo a disposizione, considerato che a proposito della gravidanza
mi trovavo in astensione dal lavoro ;
quindi perché non cominciare a provare e sperimentare?!

Ma, tra le tante cose che portavo a termine
con orgoglio ed approvazione di chi assaggiava
ve ne era una che era diventato il mio Nemico nr.1
ovvero il pan di Spagna.

Ormai non si contavano più le riviste acquistate
ove vi fosse LUI, tra gli argomenti trattati
(allora non possedevo un computer tanto meno un collegamento ad Internet)
e se dovessi quantificare oggi il denaro buttato in
uova, farina e zucchero
adoperati negli innumerevoli tentativi di riuscire in questa impresa
...beh, forse e meglio rinunciare al calcolo.
Ricordo ancora le espressioni di coloro che con atteggiamento eroico
si sottoponevano al martirio dell'assaggio
con conseguente dolore alle gengive,
per quanto fosse duro
o conseguente senso di vo......per quanto fosse disgustoso.
Insomma, il pan di Spagna alimentava i miei peggiori incubi notturni!!!
Finché la volta in cui, recatami da Rosangela, per trascorrere un pomeriggio in compagnia di un amica, appena entro in casa sua sento provenire dalla cucina il rumore della planetaria in funzione.
Domando:"Che stai facendo di buono?"
Lei:"monto gli albumi"
Ed io:"per fare?"
Di nuovo lei:"un buon pan di Spagna per noi due!!!"

Noooooooooooooooo, aveva previsto che ci fosse anche lui, lì con noi, a rovinarmi il pomeriggio!!!!!!

E invece quel fatidico pomeriggio Rosangela,
con la sua capacità nel preparare il dolce in questione,
fece da paziente dimostratrice ,nonché da mediatrice,
tra me e lui
che da allora cessò di essere il nemico nr.1
traformandosi nel mio più grande alleato.

"Il Pan di Spagna di Rosangela"
e adesso anche mio
Ingredienti
per ogni uovo utilizzo
40 g di zucchero
40 g di amido di mais
1 goccia di essenza di vaniglia
1/2 cucchiaio di latte bollente.
Procedimento
Prima di iniziare la prepaparazione accendo il forno a 180° affinché raggiunga la temperatura.
1) Separo i tuorli dagli albumi;
2)monto in una planetaria quest'ultimi a neve ferma;
3)aggiungo uno per volta i tuorli;
4)Continuo unendo poco per volta lo zucchero;
5)Setaccio ben bene l'amido di mais;
6-7 e 8)Adesso smetto di montare con la planetaria e con l'aiuto di una spatola vado incorporando poco per volta l'amido di mais, con movimenti lenti e delicati dal basso verso l'alto,alternendo con il latte bollente dove in precedenza ho aggiunto l'essenza di vaniglia.Continuo finché tutto l'amido è incorporato.
Aggiungo l'essenza di vaniglia e il latte bollente;
9)Verso l'impasto al centro di uno stampo imburrato e infarinato
10)Pongo in forno finché diventa ben gonfio e dorato (circa 25 minuti).


Sforno e metto su una gratella per dolci a raffreddare.
e.... mentre con pazienza lo lascio raffreddare ,
di tanto in tanto mi ci siedo accanto per poterlo ammirare

14 commenti:

LibrieCannella ha detto...

Il pan di spagna è stato un grande incubo anche per me per molto tempo...meno male che adesso siamo amici!

Lady Cocca ha detto...

Devo dire che io ho sempre avuto un bellissimo rapporto con il pan di spagna...soffice e spugnoso....a volte mentre lo taglio ci parlo...ahahha...gli dico sempre...quanto si beddo...core mio!!! eheheheheh
brava sei stata brava e caparbia...compliments

fantasie ha detto...

Roberta, mi piace questo pan di spagna naturalmente senza glutine e me lo sono già segnato. Ma ho una domanda: tutti gli ingredienti li devo moltiplicare per il numero delle uova? o solo l'amido di mais?
Appena ci riprendiamo tutti dalla febbre, magari ci vediamo e tu lo insegni a me come Rosangela ha fatto con te!
baci
Stefania

Scarlett: ha detto...

quasi quasi mi aggrego a Stefania...ahahaah scherzo!!!cmq e' buonissimo qualche volta provo la tua ricetta!!!baciuzzi

Federica ha detto...

buonissimo!! mi segno la tua variante! ciaooooooooooo

I pasticci di Roby ha detto...

@LibrieCannella-Come ti capisco cara amica!Baci
@LadyCocca-Ahhhhhhhh, allora non sono l'unica matta a parlare con le mie "creature dolci"!Baci

@Fantasie-Ero certa che ti sarebbe piaciuto;dunque, dovrai moltiplicare per il numero delle uova sia l'amido che lo zucchero nonchè il mezzo cucchiaio di latte bollente.In realtà sarei molto contanta di poterne preparare uno per noi due.Buona guarigione e a prestissimo, Roby

@Scarlett-Se ti vorrai aggregare sarà un gran piacere.Baci

@Federica - Segnato???Beh, quando lo farai fammi sapere se ti è piaciuto.Ti abbraccio,Roby

Azzurra ha detto...

Il tuo pan di spagna è un capolavoro.
Complimenti...ti ruberò la ricetta.
vediamo se mi riesce bene almeno la metà che è riuscito a te.
Io nel pan di spagna ho sempre aggiunto la farina e la metà o fecola o frumina mai l'amido e il latte caldo.
Scusami ma il latte caldo non fà sgonfiare gli albumi montate a neve?

I pasticci di Roby ha detto...

Ciao Azzurra, grazie per il complimento.Aggiungi il latte caldo tranquillamente, anzi, eventualmente, aggiungilo mentre finisci di montare le uova che è ancora meglio.A presto Roby

dolci a ...gogo!!! ha detto...

per quanto possa sembrare semplice il pan di spagna è un incubo anche per me, mille ricette e una confusione ogni volta pero anch'io come te per ogni uovo utilizzo 40 g zucchero e 40 tra farina e frumina(solo l'amido l'ho utilizzo quando ho bisogno di torte molto sostenute)ma è una novita per me l'albume montato e turli e tutto il resto uniti dentro....devo provare!!bellissimo post molto utile!!bacioni imma

Mara ha detto...

Ciao Roby, grazie per le muffins ricette che mi hai lasciato...è un ottimo inizio... Mandamene finchè sei stufa!!!
Baci

Freddy ha detto...

Ho visto i tuoi muffins di Halloween e mi piacciona molto
Ciao e baci
Freddy

I pasticci di Roby ha detto...

Freddyyyyyyy,ma come sono contenta di trovare questo tuo commento.Intanto benvenuto e poi grazie infinite per il tuo complimento, mi fa molto piacere.A presto, Roby

Lory ha detto...

Questo pds è rivoluzionario!
Da oggi in poi, quando dovrò preparare un dolce da mangiare in compagnia degli amici, lo terrò in considerazione visto che ce ne sono due di celiaci.
Grazie Roby!!
Un abbrccione.

Alessandra ha detto...

non c'è che dire,hai le mani fatate!!!!!!!il tuo blog è ricco di ricette meravigliose,di creazioni che sembrano non vere,perchè rasentano la perfezione.
a mio parere poche persone al mondo hanno i doni che hai tu:creatività,passione,manualità......davvero non ho parole...ciò che vedo è davvero FAVOLOSO!!!!!!!!