venerdì 19 marzo 2010

HO BISOGNO DI QUALCHE CANNA!!!

Lo so, ne sono certa che adesso starete sbarrando gli occhi pensando
"Roby è andata fuori di testa"
ma vi assicuro che non è come pensate, ecco perché.
Ormai si sa, qui dalle nostre parti le suore vengono considerate
tra le "dolciere"più specializzate,
soprattuto se si tratta di dolci legati alla nostra tradizione.
Così un giorno, approfittando di una visita ad un Convento di Palermo,
tiro fuori il meglio della mia sfacciataggine e chiedo alla mia interlocutrice:
"Scusi sorella se divago, ma non è che le andrebbe di parlarmi dei segreti del vostro cannolo, è parecchio rinomato?"
A giudicare dallo sguardo della religiosa, mi assale il sospetto che abbia frainteso,
quindiaggiungo:
"Si dice che siano tra i più buoni della città, se non addirittura,dell'isola".
Così la sorella , dopo un sospiro di sollievo decifra esattamente la mia richiesta,
si rilassa e comincia a sfoderare ingredienti, dosi e procedimento per ottenere il dolce che tempi antichi manda in delirio il più esigente dei golosi
e considerato uno degli orgogli gastronomici siciliani;
sto lì tutta attenta ad appuntare e memorizzare quando la suora con tono severo conclude:
"In ogni caso mia cara signora, non dobbiamo sottovalutare l'uso delle canne...
quelle sono indispensabili affinché si abbia un ottimo risultato!"
Stavolta sono io a rimanere allibita, guardo mio marito smarrita
con espressione che a volerla tradurre stà per:
"Amò..ma ho sentito bene... ha detto canne??!!"


Così la sorella, adducendo il mio disorientamento al difficile reperimento delle canne, mi dice:
"Se vuole io stessa gliene posso fornire qualcuna".
"Nooooooo!!!", penso io ,
"questo è troppo!!!",
ma poi, a me...donna di legge...
perchè sarà pur vero che lei debba osservare la Legge Divina, ma di quella terrena ne vogliamo parlare?"
intanto la suora che si era già allantonanta
(stava forse tentando la fuga?)
faceva ritorno tenendo fra le mani un piccolo tesoro costituito da alcuni cilindri di canna che gentilmente stava porgendomi dicendo:
"queste sono indispensabili per ottenere
una cialda dell'esatta misura e con un particolarissimo aroma".

Sorrido, mi do della scema, ringrazio la mia interlocutrice per l'estrema gentilezza e faccio rientro a casa stando ben attenta ad assicurare in luogo sicuro il mio "sudato bottino",
non vorrei che le mie canne andassero rovinate.

"IL CANNOLO SICILIANO"


Ingredienti
Per la pasta
200 g di farina
1 cucchiaino di cacao
15 g di strutto
1 cucchiaino di caffè in polvere
30 g di zucchero semolato
1/2 bicchiere di marsala
un pizzico di cannella
1 pizzico di sale
tubi di canna
(diversamente in commercio trovate quelli in acciaio)
un taglia pasta tondo di 8 cm di diametro

Per il ripieno
ricotta 500 g
zucchero a velo 250 g
gocce di cioccolato 100 g
zuccata 80 g (facoltativa)
Inoltre
olio di mandorle q.b.
cedro , arancia e ciliegine canditi per guarnire
granella di pistacchi
zucchero a velo
olio per friggere

Preparate la pasta mescolando la farina, il cacao sciolto nel marsala,il caffè, il pizzico di cannella, il sale, lo zucchero semolato e lo strutto. Quando l'impasto risulterà sodo ed omogeneo, formate una palla e ponetelo a riposare coperto da uno strofinaccio di cotone,
per 1 ora circa.
Trascorso questo tempo spianate con il mattarello fino ad ottenere una sfoglia sottile che taglierete in dischi con il tagliapasta tondo e aiutandovi con le dita date loro una forma ovale.
Ungete con l'olio di mandorle i tubi di canna o in acciaio e avvolgetevi i dischi di pasta sigillando gli estremi facendo una leggera pressione con il dito bagnato.
Aiutandovi con un coltello, sollevate i bordi esterni del cannoli e immergete i vostri cilindretti rivestiti,poco per volta, in un tegame dai bordi alti, colmo di olio bollente.
Quando avranno assunto un colore dorato, tirateli fuori e lasciateli raffreddare.
Nel frattempo preparatevi il ripieno lavorando la ricotta
(meglio se messa a gocciolare in un colapasta per tutta la notte precedente)
con il resto degli ingredienti.

Sfilate le vostre cialde ,
ormai fredde(è importante affinché la ricotta non si sciolga) e asciutte,
dalle canne e riempitele con la crema di ricotta solo poco minuti prima di servirli
(altrimenti l'involucro assorbe l'umidità della crema diventando molle),
spolverizzando gli estremi del cannolo con la granella di pistacchi.
Guarnite con la frutta candita, adagiate sopra un vassoio e
spolverizzate con abbondante zucchero a velo la scorza del cannolo.

Ecco fatto, il delizioso sapore delle suore adesso si è ripetuto nella mia cucina
però io, qualche altra canna, me la vorrei procurare.
Adesso ricordo!
Dietro casa dei miei, in campagna, mi sembra di aver scorto un piccolo canneto.
Telefono di fretta...all'altro capo del filo il mio papà...,gli dico:
"Papi, avrei bisogno di qualche canna".
Dall'altra parte del telefono un gran sospiro, poi silenzio.
"Pà...ci sei?"

E la storia, per spiegare a papà, la conoscete già!

24 commenti:

ele ha detto...

in che senso!!!???

Francesca ha detto...

8-|..... Robyyyyyyyy!!!!!!?????
Franci

I pasticci di Roby ha detto...

@Ele
@Francesca
Oddio ragazze...sto ancora ridendo;mentre scrivevo il post non mi ero accorta che probabilmente avevvo pubblicato solo il titolo.Ma si puòòòòòò???
Adesso è fatto e vi potrete chiarire anche voi le idee.Vi abbraccio dopo 'ste gran risate e buona giornata,Roby

manuela e silvia ha detto...

Wow..ce ne mandi qualcuno??! noi li adoriamo ed uno di questi tirerebbe su il morale a chiunque!!!
bravissima!!
baci baci

Scarlett: ha detto...

lo avevo immagginato dal titolo..e che cannolo!!!aahahaah miasorella li fa sempre con le canne lei e' un po vecchia maniera...pero' e' vero hanno un qualcosa in piu'!!brava e buon week end

Michela ha detto...

Roby, con il tuo racconto di 'canne' mi sono fatta una buona 'dose' di risate ^_^ !!!
Questa è una ricetta fantastica, mi ricorda tanto la splendida vacanza in Sicilia con tappa fissa giornaliera.. in pasticceria per il cannolo!!!
Grazie!
Michela
P.S. Grazie per il tuo dolcissimo commento nel mio blog.

Federica ha detto...

nooooooooo sono da svenimento totale...bravissime!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

a parte la comicità del racconto roby me li mandi un vassoio di questi cannoli divini!!!!?????io nn sarei mai capace di fare tanto,sono perfetti e immagino l'assaggio...paradisiaco!!bacioni imma

Luciana ha detto...

Golosissimi e soprattutto enormi!!! mmm...che bontà, gnam gnam...un bacio

Mary ha detto...

Guarda me ne farei volentieri uan dcanna cosi , buoniiiiiiiiiiiiiiiii!

Ninia ha detto...

Robyyyyy....che ridere!!!!E' stato spassosissimo il tuo post. Lo sai che anch'io faccio i cannoli con le canne fatte con le manine sante del mio povero suocero? Avevo già capito dal titolo di cosa si trattava, proprio per questo...
Baci gioia mia, baci infiniti...
Antonella

chabb ha detto...

AH!!AH!!AH!! Non sai quanto mi hai fatto divertire!! Immagino quanti avranno spalancato gli occhi!!hi!hi! sei troppo forte Roby e a quanto pare ai cannoli le canne fanno benissimoooooooo!!!!!!!!!!
Baciotti

paolaotto ha detto...

anche a me una canna così!!!!

ele ha detto...

haaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!

fantasie ha detto...

Saranno tutte 'ste canne, ma ultimamente le mie tre pazze food bloggers si stanno dando un gran da fare e io non riesco nemmeno a starvi dietro...
Pure i cannoli, adesso...

I pasticci di Roby ha detto...

@manuela e silvia
@Scarlett
@michela
@federica
@Luciana
@Mary
@Chabb
@dolci a go-go
@Paolaotto
Amiche care, sono davvero contenta che le mie canne vi abbiano stuzzicato l'appetito ed anche divertito.Buon fine settimana,Roby
@Ninia-Allora devo venire assolutamente a provarli.Speriamo succeda presto,Roby
@fantasie-Dai su, non fare la pigra...ce la fai eccome a raggiungerci!A presto,Roby

dauly ha detto...

la suora viziosa mi mancava!! certo che una di queste canne me la farei volentieri anche io, eccome se me la farei!

pagnottella ha detto...

Ahahahahhhahahhahahahahhahahhahahahahahahhahahahahahhahahahah...come tesoro? No no, non mi son fatta na canna!!! ahahahhaah
sto ridendo per il tuo racconto!!!
Sei troppo forte!
Sai la scorpacciata di cannoli che ci siamo fatti pagno ed io lì da voi...ma questi delle suore ci mancavano...
fortissimo la forma con le canne!
Scusa ma stò a pensà a tuo padre al tel...spetta che mi calmo e vado a rileggere la ricetta, cosi almeno cerco di realizzarli anch'io per "sballarmi" un pò! ;-)
Bacioni dolce, bella e pure tanto simpatica...

Chez Denci ha detto...

Che dire... il racconto divertente da morire; i cannoli meravigliosamente invitanti anche se, pur essendo palermitana MAI li avevo visti con la granella di pistacchio a chiuedere la farcia... quindi sono anora più belli del solito, del mio solito cui sono..ero abituata!
Clap clap Debora

cris ha detto...

che meravigliaaa!sono in assoluto il mio dolce preferito!anche io ho i tubio in acciaio, ora non mi resta che andrae alla ricerca di queste canne!:))

nonnagiulo ha detto...

Che buffa che sei!
Mi hai fatto veramente ridere e poi devo trovare queste benedette canne! Io ho provato con quelle di acciaio e sono deliziosi, i cannoli intendo, ma ora con tutta questa spiegazione ...DEVO trovare le canne....

LUSI ha detto...

0.0 così non valeeeee proprioooooooo!!!! Sai vero che questa è la mia passione?Uffa ne voglio almeno uno subbito...subbitissimo, roby provvedi tu me ne devi portare uno!!!!!=D

I pasticci di Roby ha detto...

Grazie ragazze, grazie a tutte;i vostri commenti mi riempono di gioia.Buona Domenica,Roby

Azzurra ha detto...

Proverò a farli anche io...l'unica cosa che mi manca sono le canne
le mie sono troppo grosse, se uso quelle ci va dentro un fuscello di ricotta.
Complimenti per i tuoi cannoli sono bellissimi e saranno anche buonissimi.
Ciao a presto Luisa