martedì 23 giugno 2009

LA CASA DI DAVIDE


Davide è un ragazzo che ho conosciuto una decina di anni fa, durante una delle mie tante vacanze a Milazzo,
deliziosa cittadina siciliana di cui vi mostro uno scorcio in questa foto


e che sarebbe il luogo dove lui vive.

Quando ho conosciuto Davide, aveva appena 10 anni,
era un bimbo allegro e solare e
devo dire che questo lato della sua personalità
l'ha mantenuta anche col passare degli anni.



Questa primavera, durante un pranzo insieme, scopro che Davide quest'anno avrebbe compiuto il suo 18° compleanno e
che tra i suoi tanti desideri ve ne fosse uno in particolare, ovvero:
avrebbe voluto che la sua torta di compleanno
riproducesse la casa di campagna dove vive,
posta sul promontorio di Capo Milazzo
(vedi foto accanto alla torta)
assieme alla sua mamma Marika ai suoi tre cani e ad un piccolo micio.



Sempre in quella occasione ho modo di capire che, comunque, c'è qualcuno che si è impegnato a preparare la torta in questione.



Passa il tempo e la data del compleanno si avvicina,
quando,
tramite una telefonata da parte di Marika,
scopro che purtroppo,
la persona che aveva preso tale impegno,
a pochi giorni dall'evento,
si è tirata indietro


Non è possibile!!!!



Beh, secondo voi, essendo anche io tra gli invitati alla festa, potevo permettere che Davide provasse tale delusione??!!



Non dico nulla, ma già nella mia mente prende forma un'idea.



Oltre a confidare nella mia memoria vaga di come sia la casa
(fino ad allora l'avevo vista una sola volta)
userò come gancio nonna Ernestina (la nonna di Davide)
che si occuperà di fornirmi via filo alcune descrizioni dettagliate della "casa"


in maniera cheDavide abbia la sua sorpresa!



E così è stato...
al momento del soffio sulle candeline
Davide si è trovato dinanzi la torta che tanto desiderava
e io, da parte mia,
oltre alla soddisfazione nel vedere la sua emozione,
ho ricevuto da parte di questo affettuosissimo neo diciottenne,
uno splendido abbraccio.



Adesso passiamo alla descrizione della torta;


Innanzi tutto mi sono preparata due pan di spagna
(voi usate la ricetta che vi riesce maglio)
che ho farcito con crema bianca e gelèe di pesche.


Ingredienti e preparazione della crema bianca:
150 g di farina,
50 g di amido di mais,
340 g di zucchero,
160 ml di panna zuccherata,
1 l di latte


Si setacciano assieme farina, amido e zucchero a cui si aggiunge un bicchiere di latte per fare incorporare bene gli ingredienti, quindi si versa il restante latte e si pone sul fuoco, lasciando addensare a fuoco basso senza smettere di mescolare.
Fatto ciò, spegnere il fuoco e dopo aver fatto raffreddare la crema si aggiunge la panna montata.



Ingredienti e preparazione del gelèe di pesche:
500 g di pesche sciroppate,
3 fogli da 2 g di colla di pesce,
2 tazzine di succo alla pesca,
3 cucchiai di zucchero



Frullare metà delle pesche e tagliare le restanti a piccoli pezzi,
Porre in un pentolino quelle frullate con lo zucchero e il succo di pesca e fare riscaldare fino a prima che bolle;aggiungere la colla di pesce precedentemente ammollata e ben strizzata e le pesche a pezzetti.
Lasciare intiepidire prima di utilizzare.
Quindi ho tagliato a strati i pan di spagna che ho imbevuti di sciroppo di pesche corretto con del maraschino,
e farciti con uno strato di crema bianca e uno di gelèe di pesche.



Ho rivestito quindi le due torte con della pasta mmf, assemblandole una sopra l'altra e decorato con soggetti in pasta di zucchero
precedentemente realizzati e lasciati asciugare
e farina di cocco colorata.



Fatto ciò ho conservato in frigo fino al momento di consumare e , per fortuna...è proprio il caso di dirlo...avevo a disposizione un frigo "grande quanto una casa"



Auguri Davide!!!

10 commenti:

dolci a ...gogo!!! ha detto...

sei stata bravissima e poi gentile...che bella torta,complimentissimi!!bacioni imma

maggye ha detto...

Roby... sempre pronta a render speciali i giorni della gente... ad avercene vicina gente buona come te... Sei stata super!

Pasquy ha detto...

Che "dolce" pensiero... brava!!!! pasquy

Lady Cocca ha detto...

Ciao Roby sei stata bravissima...hai fatto un capolavoro!!
Sicuramente Davide sarà stato felice della sorpresa...ti è venuta bellissima!!!
Devo chiederti anche una cosa....questa sera ho fatto la tua ricetta dei gaufres...di sapore sono buoni l'unica cosa mi sono venuti morbidi e mia figlia dice che in belgio erano piu' duri!!
Io li ho fatti stare tre minuti nela piastra altrimenti me li scuriva troppo...dove ho sbagliato?? la temperatura deve stare a quanto??...grazie mille
ti abbraccio buona notte!!!

cinzietta ha detto...

ma come fai? sei unica!

I pasticci di Roby ha detto...

Il segreto sta nel fatto che veder gioire gli altri mi gratifica molto.
Grazie per i vostri pensieri, Roby

@Lady Cocca
Mia cara, intanto grazie per i tuoi complimenti.
Rispondo alla tua domanda dicendoti che non conosco esattamente la temperatura della piastra in quanto la mia è pronta da usare quando si spegne la spia, ad ogni modo anche a me vengono un pò morbidi (ma non troppo).
Io uso più spesso questa ricetta (datami da una signora rumena):
3/4 (tre quarti) di tazza di farina,
1 cucchiaino di lievito,
1 cucchiaio di zucchero,
1 pizzico di sale,
3 tuorli di uovo sbattuti.
Procedi quindi come per l'altra ricetta e dovrebbero venire perfetti.Fammi sapere,ti abbraccio
Roby

fantasie ha detto...

Roby, sei una persona squisitissima come sicuramente lo era la tua torta!!!
Io sarei felice di incontrarti. Per adesso io sto a Barcarello e lì vado pure al mare... almeno quando c'è bel tempo. Comunque ti invio la mia e-mail così possiamo darci l'indirizzo e ci incontriamo!!! oliveri.stefania@libero.it
A presto
Stefania

Lady Cocca ha detto...

Quindi niente albumi???

ranatam ha detto...

Che bella sorpresa sarà stata per il neodiciottenne!!! Sei un vero angelo con le mani d'oro. La torta è bellissima e il tuo gesto ugualmente splendido! Complimenti

I pasticci di Roby ha detto...

Grazie ancora per le splendide parole che mi rivolgete!

@Lady Cocca- Tesorooo, perdonami, non me ne ero accorta.Devi aggiungere anche i tre albumi ben montati.Ciao, Roby