domenica 12 luglio 2009

PASTA DI MARSHMALLOW



Oggi piccola lezioncina per imparare come si fa la pasta di marshmallow.

Non che mi voglia atteggiare a maestrina,
chissà quante di voi già ne saranno capaci,
ma il mio suggerimento è rivolto a coloro che,
fino ad oggi,
non hanno sperimentato mai questa tecnica
e vorrebbero tanto provare.

Le dosi da usare sono queste:
150 g di marshmallow
330 g di zucchero a velo
3-4 cucchiai di acqua.

Quindi come da sequenza fotografica :




1) cominciate a setacciare lo zucchero a velo in modo che non si creino grumi nel vostro impasto;

2)Ponete in un contenitore le caramelle marshmallow insieme ai cucchiai di acqua (Io ho utilizzato delle caramelle bianche e azzurre
poiché volevo ottenere una pasta di questa tonalità);

3)Mettete il contenitore nel microonde (diversamente a bagnomaria)
alla temperatura che normalmente utilizzate per scongelare o fondere gli alimenti
e programmate per un minuto.
Uscite il contenitore, mescolate e rimettete per qualche altro secondo
finché il tutto sarà ben sciolto.

4)Versate quindi l'impasto liquefatto in una planetaria e unitevi metà dello zucchero a velo.

5)Con l'ausilio dell'accessorio a gancio cominciate a impastare finché non si sarà assorbito tutto lo zucchero;

6)Versate il tutto su un piano di lavoro, aggiungete il restante zucchero a velo e continuate ad impastare;

7)Procedete con questa operazione fino a rendere il composto morbido e ben lavorabile;


8)Formate quindi il vostro panetto di pasta, dove per accertarvi che la consistenza vada bene inserirete un dito che dovrà lasciare l'impronta.


Per colorare la vostra pasta di marshmallow potete usare coloranti liquidi che nella giusta quantità andranno a sostituire l'acqua necessaria all'impasto
o coloranti in polvere che scioglierete sempre
nell'acqua che andrà utilizzata nella ricetta.


Diversamente potete utilizzare colori in gel, che a mio parere fanno si che si ottenga un risultato migliore.


Potete utilizzare subito la vostra pasta una volta pronta
e conservare quella che rimane dentro un sacchetto di plastica ben siggillato
(vanno benissimo quelli per cibi da surgelare)
posta all'interno di una credenza o comunque in luogo ben asciutto.

Mi auguro di avervi fatto cosa gradita
con questo mio modesto consiglio di scuola pasticcera di base.


7 commenti:

cinzietta ha detto...

Ebbrava..proprio ieri pomeriggio l'ho usata...per la torta di Laurea
sai che faccio? metto il tuo link della preparazione alla mia torta.
posso vero?
bacioni!

I pasticci di Roby ha detto...

Ma certo tesoro, fai pure.Baci, Roby

Snooky doodle ha detto...

interessante propio. e da tanto che volevo provarla. :)

Manuela ha detto...

Grazie per la bella descrizione dettagliata.

I pasticci di Roby ha detto...

E' un grande piacere per me sapere di avervi agevolati con questa descrizione.Buona settimana, Roby

Mimmi ha detto...

Ciao Roby, ho letto svariate volte in giro di questa pasta, ma finora non l'ho mai fatta perché ho un dubbio che mi attanaglia e cioé: ma con tutto questo zucchero, non si "lessa" la lingua? I marschmallows sono giá belli dolci di loro. Se ci aggiungo il doppio del loro peso in zucchero, che ne viene fuori?
Buona serata, Mik

I pasticci di Roby ha detto...

@Mimmi- Sai che prima di provarla avevo anch'io lo stesso dubbio?In realtà, quando va utilizzata viene stesa in una sfoglia talmente sottile che ne apprezzi giusto la dolcezza vanigliata che la caratterizza.Diversamente, se non dovesse incontrare il gusto di chi mangia il dolce, è sempre possibile togliere la copertura che viene via molto facilmente (basterà sollevarla), e mangiare tranquillamente ciò che rimane sotto.Prova e vedrai.Baci, baci Roby