giovedì 15 aprile 2010

I RAVIOLI DELL' ETNA



Io non lo conoscevo, o meglio, sapevo della sua esistenza ma

non mi era mai capitato di poterlo ammirare di presenza.

E invece, proprio mentre percorrevo quell'autostrada lenta e monotona,

persa nei pensieri su ciò che mi portava verso Catania (ancora medici!!!),

eccolo lì, davanti a me vanitoso e presuntuoso,

meravigliosamente prepotente con la sua stazza imponente.

Devo ammettere che trovarmelo di fronte sorpresa e impreparata,
mi aveva leggermente spiazzata, affascinata, incantata ma non ingannata perché,
anche se abbigliato con il più candido dei mantelli ,
cosparso di neve come soffice zucchero a velo,
sapevo che sotto quel candore,
nel suo profondo e nella sua incostante vulnerabilità
nascondesse un attività bollente ed un anima di fuoco,
tanto da far trasformare il bianco della neve in magma infiammato ed in lava nera...
perchè la natura entra in scena con uno stupefacente, meraviglioso e al contempo
spaventoso spettacolo della sua forza...
quando l'Etna si risveglia.

Lo ammetto, mi ha sedotta e gli intitolo una ricetta
che abbia i suoi sapori e i suoi colori.


"RAVIOLI AL NERO DI SEPPIA CON RAGÙ DI PESCE SPADA"



Per la pasta dei ravioli
Ingredienti
1 k di farina 00
8 uova
il nero di una seppia
15 g di sale
100 g di farina rimacinata
2 cucchiai di olio evo
Procedere impastando tutti gli ingredienti e mettendo la pasta a riposare per circa un ora, coperta da un canovaccio umido.

Per la farcia dei ravioli
1 k di gamberi
400 g di pancarre
1-2 cipollotti scalogno
400 g di zucchinette
erbetta cipollina q.b.
1 bicchiere di vino bianco
olio evo q.b.
Procedimento
Tagliare il pancarre a quadrucci, soffriggere lo scalogno con i gamberi e le zucchinette, sfumare con il vino bianco, salare e pepare.
Togliere dal fuoco e impastare con il pancarre e l'erbetta cipollina tritata.

A questo punto, stendere la pasta messa precedentemente a riposare
e riempirla della farcia dando la forma del raviolo.

Per il ragù di pesce spada
Ingredienti
1 k di pesce spada
250 g di concentrato di pomodoro
2-3 spicchi di aglio
1 porro
200 ml di vino bianco
un pizzico di zucchero e di farina
foglioline di menta fresca q.b.
olio evo
Preparazione
Fare soffriggere il porro con l'aglio e l'olio d'oliva, unire il pesce spada intero,
spolverare di farina(serve a dare una consistenza più cremosa al sugo) e bagnare con il vino, unire il concentrato di pomodoro, allungare con acqua calda
e lasciare cuocere a fuoco lentissimo per circa un ora;
aggiungere infine sale, pepe e un pizzico di zucchero e tagliare il pesce a tocchetti.

Preparazione del piatto
Cuocere i ravioli in abbondante acqua salata;
colare bene ,condire con il ragù di pesce spada, foglioline di menta fresca
e qualche goccia di pesto di basilico.

Il Bon Ton a tavola,
suggerisce di non servire più di tre ravioli per commensale,
ma a dire il vero i miei ospiti hanno voluto riempito il piatto!!!

14 commenti:

fantasie ha detto...

Sono la prima!!! Tesoro, solo tu puoi trasformare un'esperienza brutta in una una cosa bella e buona!!!
Quando ci dobbiamo vedere??????? Io ti penso sempre... più tardi ti chiamo!

I pasticci di Roby ha detto...

@fantasie-Sei sempre e comunque la prima!!!Sarò contenta di poterti sentire...effettivamente non è un gran bel momento, ma passerà...DEVE PASSARE!Ti bacio,Roby

Scarlett: ha detto...

Meravigliose e incantevoli le tue parole...ho capito che non e' un gran bel momento...traspare un po di tristezza a tanta ansia,spero cmq che passi presto,te lo auguro di cuore,mi sarebbe piaciuto tanto incontrarti a saperlo mi sarei organizzata per prendere anche solo un caffe'..spero che in un momento piu' tranquillo ,tu ritorni a rivedere la maestosa Etna e quello scricciolo (si fa per dire!!)di Scarlett...ti aspetto e spero per te momenti piu' belli e sereni...tutto passa!!!baci e un grandeabbraccio forte

Chez Denci ha detto...

Bellissima e dolcissima donna dalle mani d'oro (ricetta superlativa) e dal cuore grande.. Auguri!!!!!
Debora

I pasticci di Roby ha detto...

@Scarlett-Ma certo carissima, per me tornare sarà un dovere, ma possiamo anche trasformarlo in piacere organizzando un piacevole incontro davnti a una fumante tazza di buon caffè.A presto allora, Roby
@Chez Denci-Tanto quanto lo sei tu!Grazie per queste tue parole,Roby

manuela e silvia ha detto...

Wow..che scenografici questi ravioli però! e con tutti ingredienti proprio del sud!!!
spettacolari!
baci baci

Antonella ha detto...

Complimenti che bella ricetta da guardare e da mangiare, brava, ciao ciao

Alem ha detto...

questi sono assolutamente da riproporre!!
buonissimi!

dauly ha detto...

oddio roby, tre ravioli a testa? e chi glielo dice ai miei adesso? bè, non solo ai miei, se mi dovessero presentare un trittico di ravioli rischierebbero l'incolumità fisica!! questa ricetta è a dir poco strepitosa, altro che tre!!!

chabb ha detto...

Bravissima, un piatto favoloso!
Io non mi accontenterei di 3 quindi facciamo senza bon ton!!

Besito

LUSI ha detto...

Ogni tuo post è una poesia e io sono felicissima di leggerla! roby tesoro spero che sia andato tutto bene. Ma adesso devi togliermi una curiosità......ma che dieta è mai questa? complimenti al tuo dietologo e a te per i soliti capolavori. Un abbraccio immenso.

Cristina ha detto...

mi spiace per la brutta avventura... è bellissimo però che riesci a sdrammatizzare questo brutto momento con questo meraviglioso piatto che mi sembra quasi un inno alla vita, ai profumi e ai sapori della tua terra.
un abbraccio

Claudia ha detto...

:D
mizzica abbiamo un bel po' di cose in comune noi due ahahahah
immagino che si ci vedemo preto ;)
*
cla
piesse:anch'io avrei voluto il piatto pieno di ravioli ahahahah

Lady Cocca ha detto...

Roby....sono splendidiiiiiiiii