venerdì 21 maggio 2010

TORTINO DI CRESPELLE DI RISO E MELANZANE...FATTO!!!

Oggi,
anzi,
che dico oggi
da qualche tempo si è reso necessario
stilare una lista quotidiana delle cose da fare,
ovviamente per l'enorme quantità di faccende da sbrigare
e non perchè la memoria mi comincia ad abbandonare
no...
lo volevo sottolineare nel caso in cui qualche cattivello lo volesse insinuare.

E allora,
vediamo un pò,
cominciamo a smarcare
1)lavaggio dei capi scuri in lavabiancheria, perché:
"Mamma...per domani mi occorrono assolutamente i pantaloni neri puliti"
FATTO!

2)acquisto del regalo per il compagnetto di Gianmarco
"...però mamma...ti raccomando, non il solito pensierino stupido ed inutile"
FATTO!

3-4-5 e così via ,
sino ad arrivare (e non so che postazione dover dare)
alla voce di questa ricetta da postare.

No, non che mi stia lasciando prendere dall'ansia da postazione, però,
se una persona carinissima mi dice:
"Bla, bla e....non subito, quando hai tempo,
ma possibilmente prima del fine settimana,
posteresti la ricetta del tortino di melanzane....
mi piacerebbe tanto poterlo preparare
per i miei ospiti di Domenica"

Puoi mai rifiutare, puoi mai deludere questa deliziosa e discreta personcina?
Assolutamente no!

Ed è così , perciò, che nella lista viene aggiunta la voce
postare la ricetta del tortino......


"TORTINO DI CRESPELLE DI RISO
E MELANZANE"


Per 6 crespelle di diametro 22 cm
150 g di farina di riso
3 uova
250 ml di latte
sale q.b.
burro q.b.
Procedimento
Sgusciare in una terrina l'uovo, unire il sale e sbattere con una frusta;
in un altro recipiente mettere la farina e diluirla con il latte
fino ad ottenere un composto abbastanza fluido;
unire i due composti e amalgamarli ben bene.
Per la cottura
Ungere una padella con pochissimo burro, farla scaldare e versare poco pastella per volta distribuendola bene nel fondo in modo che resti appena velata.
Far rassodare e dorare la crèpe, voltare delicatamente aiutandosi con una paletta adatta
e far cuocere dall'altro lato.
Procedere in questa maniera fino alla fine della pastella.
N.B.
Le crépe si conservano in frigorifero adagiate l'una sull'altra
e coperte con della pellicola per alimenti.

Per una conservazione più prolungata si possono anche surgelare.

Per il ripieno
3 melanzane
500 g di pomodori pelati
300 g di mozzarella
parmigiano grattugiato
2 spicchi di aglio
qualche foglia di basilico
peperoncino
olio extra vergine d'oliva
sale e pepe q.b.
Preparazione del tortino
Tagliare le melanzane a fette di mezzo centimetro e friggerle o cuocerle sulla griglia;
salatele, pepatele e conditele con un filo d'olio.
Tagliate la mozzarella a fettine sottili.
Fate rosolare l'aglio in una padella con un cucchiaio di olio,
unire i pomodori passati e fare cuocere a fuoco vivo per 15 minuti;
prima di togliere dal fuoco eliminare l'aglio ,
aggiungere un pizzico di peperoncino e le foglie di basilico spezzettate;
regolare di sale e pepe.
Preparare una salsa besciamella (io in questo caso ho utilizzato farina senza glutine)
e procedere facendo, in una teglia a cerniera, uno strato di crespelle, uno di melanzane, un pò di salsa besciamella e di salsa di pomodoro, la mozzarella e il parmigiano;
proseguire in questo modo fino a esaurire tutti gli ingredienti e porre la teglia in forno a 180°C facendo cuocere il tortino per circa mezz'ora.
Attendere che intiepidisca, prima di sformare e gustare.

FATTO!!!!!

14 commenti:

Scarlett: ha detto...

ahahaha immagino gia' chi sia questa personcina discreta ...sai che faccio ne approfitto pure io e prendo nota..bacioni cara e felice week end

Federica ha detto...

sei troppo simpatica!!! e questo tortino mi ci vorrebbe proprio stasera..ottimo!! baci e buon w.e.!

dauly ha detto...

si si...FATTO!!! questo lo faccio sicuramente anch'io, adoro i tortini di crespelle e non mi scappa....la personcina discreta ha fatto benisssimo a richiederla!!

Elena ha detto...

La trovo deliziosa questa ricetta, trovo delizioso il blog e...trovo deliziosa te!!!! Ma per curiosità....Patrizia, la mia cara cuginetta...come vi conoscete??? Corro a inserire il tuo blog nel mio blogroll! Un bacione e a presto!

marsettina ha detto...

ottimo abbinamento!

I pasticci di Roby ha detto...

@Scarlett-...emi sa che hai capito proprio bene, però, oltre ad annotare ti consiglio di provare!Bacione,Roby
@Federica-...a simpatia anche tu sei messa bene, per non parlare della maestri in cucina.Buon fine settimana,Roby
@dauly-Fai, fai e dopo il primo assaggio...dimmi.Buon fine settimana,Roby
@Elena-E' un gran piacere per me ritrovarti qui...grazie per tutto ciò che mi scrivi e per aver apprezzato il mio blog.Adesso ti tolgo la curiosità a proposito di Patrizia...i nostri rispettivi bimbi frequentano la stessa scuola, e così, una parola tira l'altra e siamo giunte a questa scoperta.A prestissimo, ti abbraccio,Roby

mamyalle ha detto...

che meraviglia di piatto!Robi sai usare in cucina un arte e un amore che nn c'è pari!ti voglio bene

Chez Denci ha detto...

Il sorriso nel leggerti.. si c'è stato; I complimenti.. mancano, sei brava.. ecco fatto; la ricetta annotata.. ovviamente... cosa manca? Ah sì un abbraccione grandissimo. Debora.

Michela ha detto...

DA FARE!!!!
Grazie per questa squisita ricettina...
e buon fine settimana mia cara.
Baci
Michela

saggia-mafalda ha detto...

Che bella ricetta, sicuramente da
copiare! Brava! Ciao!

LAle ha detto...

ehi ciccia ma dove eri finita??? cribbio ma mi manchi tantissimo...nemmeno un salutino in tutto questo tempo...QUASI QUASI ME LA PRENDO!!!! no, scherzo!!! spero che tu stia bene, davvero. ti mando un bacio e se posso ti rubo una fettona di questa delizia mai vista in vita mia, ma che provero' sicuramente!!!!

Lady Cocca ha detto...

Ciao Mucciacia....
ma ti è rimasto un pochetto di questo splendido sformatoooooo...arrivo subito a nuoto...detto....FATTO...eheheh troppo buono!!
ciao e bacioniiiiiii
ps..fatti sentireee

Anna ha detto...

mmm che piatto gustoso!! copio la ricetta!! bravaaa e co9mplimenti per il tuo bel blog. Ciao anna

fantasie ha detto...

Cuore mio, questo è quello meraviglioso che hai fatto per me!!! CHe delizia, che meraviglia, che goduria!
Al 18....!